Indietro

2019 | Federica Poletti

Nelle opere della pittrice modenese Federica Poletti l’oscurità, il simbolismo e la trasmutazione sono gli elementi-chiave del suo lavoro. I soggetti principali delle sue opere sono figure archetipiche e solitarie che nascono dalla contaminazione tra il nostro inconscio e la realtà mescolandosi nella vita quotidiana di ognuno di noi. I cosiddetti “anti-ritratti” sono oli su tela che ritraggono volti nascosti da maschere inquietanti nell'atto di camuffarsi dietro colori, forme, materiali simili a visioni oscure che deformano immagine e sguardo.

Una stanza che diventa un’isola da scoprire. Salina, l’isola che ospita la galleria amaneï, diventa lo spazio in cui l’artista modenese coprirà i volti con i segni e gli elementi della terra vulcanica. Il progetto Una stanza tutta per lei nasce dalla mostra collettiva Una stanza tutta per sé, presentata negli stessi giorni. L’arte e il fare si esplicheranno tra i colori brulli e carichi di profumi intensi. Lo spazio in cui l’artista medita e deve riflettere è il luogo in cui Federica Poletti riporterà la tradizione di una terra che conoscerà grazie alla residenza artistica ad amaneï, seguita dalla curatela di Rossana Calbi.

periodo residenza: 16 - 23 giugno 2019

altre foto

Iscrivi alla nostra Newsletter

1 Ho letto e accetto la Privacy Policy